RAI1: A SUA IMMAGINE

Il Bambino di Praga

03/12/2016 - 16:00

Il periodo dell’Avvento porta al Natale e dunque alla nascita di Gesù Bambino. In questo particolare periodo liturgico, uno dei più sentiti dalla comunità dei fedeli di tutto il mondo, si scoprono devozioni e particolarità legate alla Chiesa. E una di queste ha la sua base a Praga, capitale della Repubblica Ceca. Nel corso della puntata in onda sabato 3 dicembre su Rai1 alle 16.00, si potranno scoprire alcuni angoli di questa splendida città, ma soprattutto si conoscerà una particolare devozione legata al famoso Gesù Bambino di Praga. Un’immagine/statua conosciuta in tutto il mondo che ha milioni di fedeli.
Ma non solo: Praga con i suoi stretti vicoli, le chiese gotiche, le abitazioni barocche e i suoi meravigliosi giardini rinascimentali è una delle città più affascinanti d’Europa. Ha visto passare molti artisti: poeti, pittori e importanti scrittori come Kafka o grandi compositori come Mozart. Qui, nonostante le dittature, la fede e la spiritualità si sono mantenute vive e ben radicate. Nel corso della puntata, Lorena Bianchetti verrà guidata per questa meraviglia europea da storici, esperti e da un padre carmelitano molto particolare. Grazie proprio a p. Anastasio farà scoprire la devozione al Bambino “speranza per il mondo”.
Nella seconda parte, alle 16.20, la linea passerà alle "Ragioni della Speranza". Suor Paola trascorre l’Avvento tra un impegno in carcere o in una periferia e un altro in casa-famiglia, ma anche a scuola, dove insegna da generazioni a bambini delle scuole elementari. In questa puntata la spontaneità dei suoi allievi giocherà con un calciatore “cresciuto” a pallone e fede. Guglielmo Stendardo, difensore dell’Atalanta, quando giocava a Roma, nella Lazio, faceva esperienza di solidarietà accanto ai meno fortunati di lui. Da allora la sua vita non è quella del calciatore famoso e basta. E la conversione, oggetto della Parola di Dio di domenica, diviene - sollecitato dalla silenziosa opera della "suora tifosa" - cambiamento del cuore.