RAI STORIA: A.C.D.C.

Scontri di potere

12/07/2018 - 21:10

La battaglia di Poitiers e l’assassinio di Enrico IV: due pagine di storia raccontate da “a.C.d.C” il programma di Rai Cultura introdotto dal professor Alessandro Barbero, in onda giovedì 12 luglio dalle 21.10 su Rai Storia. Si comincia con la battaglia di Poitiers, conosciuta anche come battaglia di Tours: la Storia racconta che il suo esito non fu determinante, ma è ricordata per il forte significato simbolico che le è stato attribuito in ambito cristiano, come lo scontro che riuscì ad arrestare l'espansione araba in Europa. E proprio nel descrivere questa battaglia, i cronisti del tempo usano per la prima volta l'aggettivo “europei” per attribuire un'identità collettiva ai guerrieri che avevano fermato gli invasori musulmani. La battaglia fu combattuta nell’ottobre del 732 tra l'esercito arabo-berbero musulmano e quello dei Franchi di Carlo Martello. Alle 22.10, obiettivo su Enrico IV di Borbone che tutti ricordano per la strage degli Ugonotti, l’editto di Nantes, e la frase rimasta nella storia “Parigi val bene una messa”. La docufiction racconta l’ultimo giorno della vita del sovrano, assassinato da una fanatico cattolico di nome Ravaillac, influenzato dagli infuocati sermoni dell’epoca, il 14 maggio 1610. Quel giorno il sovrano di Francia sembra avere un solo cruccio. Raggiungere la sua amata e convincerla a non lasciarlo. È per questo che abbandona Parigi e le molte incombenze, senza scorta, sprezzante del pericolo che lo circonda, dato l’odio montato dai radicalisti religiosi nei suoi confronti. Pagherà la sua scelta passionale con la morte.