ANCONA

01/06/2015 - 12:00

Ancona
Piazza della Repubblica,1 - 60121
Telefono 071/5896.1
Redazione 071/5896.212
 
Responsabile di Sede
Giovanni Iannelli
Responsabile di Redazione
Maurizio BLASI


1938
La Rai apre ad Ancona un’agenzia, Ufficio Propaganda e Sviluppo, con sede in via Leopardi.
Giovedì 15 luglio
In località Posatora, in concomitanza dell’apertura della “V Mostra della Pesca”, viene inaugurata la nuova stazione trasmittente di Ancona, che si affianca a quelle già esistenti di Roma, Milano, Napoli, Bolzano, Genova, Torino, Palermo, Trieste, Firenze, Bari e Bologna.

1944
Subito prima del passaggio del fronte, gli impianti trasmittenti di Radio Ancona, situati sul colle di Posatora, sono trasportati parzialmente a Bologna, mentre le parti rimaste sono distrutte dai fascisti, con la dinamite
11 settembre
Passato il fronte arriva, all’agenzia Rai di Ancona, la prima circolare “nuovi abbonati utenti sfollati”.

1945
La sede dell’agenzia si sposta nei locali al primo piano e all’ultimo piano di via Astagno 4.

1946
3 novembre
Iniziano le trasmissioni di alcuni giornali radio regionali.
28 dicembre
Viene installato ad Ancona, nella Sede Rai di via Astagno 4, l’antenna del nuovo trasmettitore da 250 Watt.

1947
12 gennaio
Iniziano le trasmissioni locali per Ancona: a trasmetterle è la sede Rai di Bologna, sulla “Rete Azzurra”, nella fascia oraria 12.15-12.40.
La prima trasmissione è a carattere musicale e si intitola “Antonio Morelli ed i suoi solisti”.
13 gennaio
Il “Radiocorriere” annuncia, per la prima volta, il “Notiziario delle Marche”, trasmesso nella fascia oraria 15.30-15.50, sulla “Rete Rossa”. Il notiziario non viene trasmesso nei giorni festivi.
25 gennaio
Viene riattivato, sul colle di Posatora, un nuovo trasmettitore ( di provenienza anglo-americana ), da 5 Kw antenna, per la “Rete Rossa”.
La  sede Rai di Ancona raggiunge l’organico di 21 persone ( fra giornalisti, tecnici ed impiegati ).
17 agosto
Il notiziario assume il nome di “Notiziario Marchigiano”.
                        segue >>