RAI GULP : BAT PAT

Nuova serie per i piccoli “amanti del brivido”

07/12/2016 - 06:55

Parte mercoledì 7 dicembre su Rai Gulp, “Bat Pat”, la nuova serie animata di Rai Fiction dedicata ai piccoli “amanti del brivido”, in onda tutti i giorni alle 6.55 con un doppio episodio. Le avventure paurose e molto comiche di Bat Pat, un incredibile pipistrello parlante, e dei suoi amici  Martin, Leo e Rebecca Silver, tre intrepidi ragazzini appassionati di soprannaturale, sono al centro della nuova serie realizzata da Atlantyca Entertainment, gli stessi produttori di Geronimo Stilton.  
Fogville, la loro piccola città, sembra essere una calamita per tutti gli avvenimenti bizzarri e misteriosi: fantasmi, mummie, streghe, mostri, lupi mannari e cose che appaiono e scompaiono nella notte. Bat Pat e i suoi amici districheranno i misteri delle innumerevoli creature che si aggirano furtive urlando e nascondendosi negli angoli più bui della città. C’è qualcosa di inquietante in biblioteca? Mostri dagli occhi rossi sotto il letto? Strane urla nel bel mezzo della notte? Bat Pat il pipistrello parlante è sempre pronto a buttarsi nella prossima avventura, non importa quanto spaventosa sia!  Insieme ai fratelli Silver, la banda scoprirà che gli abitanti soprannaturali di Fogville non vogliono proprio far del male a nessuno. In realtà tutto quello che vogliono è … aiuto!
La serie animata, già venduta in Spagna, Belgio, Svezia, Lituania e in Medio Oriente, è ispirata all’omonima serie di libri per ragazzi pubblicata in Italia da Edizioni PIEMME.
I personaggi principali
"Bat Pat"
Chiacchierone e molto curioso, un po’ goffo e pasticcione, Bat Pat è un pipistrello davvero speciale. Per i fratelli Silver non c’è un miglior compagno di avventure, né un pipistrello più esperto di creature soprannaturali… nonostante a volte faccia un po’ di confusione tra una mummia e un lupo mannaro, o tra un elfo e uno gnomo. Per non parlare di quello che succede a Bat Pat quando Natty è nei dintorni: gli basta sentire il suo battito d’ali per avere le vertigini e perdere il senso dell’orientamento. Quando arriva la notte, però, non c’è nulla che possa fermarlo: mentre la luce del giorno lo fa sbadigliare, il buio è il suo habitat naturale e non c’è luogo in cui Bat Pat non riesca a orientarsi.  E anche se non è esattamente un eroe (nonostante gli piaccia presentarsi così), Bat Pat non abbandonerebbe mai Rebecca, Martin e Leo in una situazione di pericolo. D’altronde “Un caro amico mai e poi mai, dovrai lasciare nel mezzo dei guai!” è uno dei suoi motti preferiti - lo ha imparato da uno dei suoi tanti parenti alati! Anche i fratelli Silver, del resto, adorano Bat Pat: chi non vorrebbe un pipistrello come lui per amico? 
"Martin"
Riflessivo e prudente, Martin assomiglia davvero poco alla sua sorellina: l’avventura non lo attrae affatto, anche se farebbe di tutto per proteggere Rebecca e tenerla alla larga dai guai - persino affrontare le situazioni più spaventose al posto suo. Occhiali sul naso e libro sempre a portata di mano, Martin ha solo 10 anni ma si atteggia già da perfetto intellettuale. Del resto, è solo quando trova una spiegazione scientifica ai misteri che avvolgono le creature di Fogville che Martin riesce a calmarsi e a vincere la sua fifa strafifa. 
"Leo"
Ha 9 anni, e in un certo senso assomiglia molto a sua sorella Rebecca: come lei adora l’avventura, ma preferisce di gran lunga quella dei videogiochi o della televisione. Correre in giro per Fogville a caccia di misteri non fa per lui: d’altronde, perché affannarsi e fare fatica quando si possono vivere delle avventure incredibili dal comodissimo divano di casa? La pigrizia di Leo è contagiosa, soprattutto per Bat Pat… ma nel momento del bisogno non c’è pigrizia che tenga: quando si tratta di aiutare le creature in difficoltà con qualche invenzione strampalata, Leo è il primo a farsi avanti. 
"Rebecca"
Curiosa e determinata, Rebecca non ha paura di nulla, nemmeno delle creature più mostruose… anzi: senza un pizzico di spavento, per lei non c’è nessun divertimento. Tutto è iniziato con Jinx, un’adorabile tarantola: tra tutti i suoi compagni di classe, Rebecca è stata l’unica a prenderla in mano e accarezzarla senza alcuna esitazione. È così che Rebecca ha scoperto che Jinx non era la creatura mostruosa che tutti pensavano… era soltanto un po’ incompresa. Rebecca ha 8 anni, ma non è come le altre ragazzine della sua età: l’avventura e le situazioni da brivido sono la sua passione, e non c’è nulla che la diverta di più dell’andare a caccia di misteri da risolvere. Se poi c’è qualche creatura soprannaturale da aiutare, Rebecca tira fuori tutta la sua determinazione e la sua energia: a quel punto è impossibile dirle di no.