RAI5: DARIO FO E FRANCA RAME. LA NOSTRA STORIA

Milano, le canzoni, gli amici

17/04/2017 - 21:15

L’incontro con la musica jazz, l’importanza dell’improvvisazione e l’uso della “parola cantata” come strumento di denuncia nel teatro di Dario Fo e France Rame. “Dario Fo e Franca Rame – La nostra storia”, in onda lunedì 17 aprile alle 21.15 su Rai5, ripercorre gli anni che i due artisti trascorrono nella Milano degli anni ’60: una città piena di energia e fervore, affamata di vita e di sperimentazione, in cui la musica è senz’altro uno dei canali attraverso i quali più pienamente si è espressa la volontà di cambiamento. In quel periodo la scena era popolata da musicisti ed artisti come Enrico Intra, Ornella Vanoni, Cochi e Renato, Enzo Jannacci. Dario Fo e Franca Rame intercettano questa nuova direttrice espressiva e la inglobano nel loro repertorio, creando, come sempre, forme nuove e inaspettate – spesso proprio in collaborazione con gli artisti citati – fondendo, nei loro spettacoli, musica e parola e attribuendo alla parola cantata, spesso jazzisticamente improvvisata, una funzione di “disturbo”, una discrasia produttrice di senso e svelatrice delle contraddizioni del presente e delle nefandezze del potere, come dimostrano canzoni quali “Hanno ammazzato il Mario in bicicletta”, cantata dalla Vanoni, e “Il bonzo” di Fo-Jannacci. A quegli anni risale uno spettacolo intriso di musica: “Settimo ruba un po’ meno”, in cui Franca Rame riveste il ruolo di protagonista assoluta. L’opera affronta il discorso politico in modo paradossale e grottesco (come nella celeberrima “Ballata degli italioti” di Fo-Carpi), proiettandosi oltre la cronaca, e gettando una luce impietosa sulla corruzione politica e il furto di stato, sugli interessi sovranazionali disputati sulla pelle dei cittadini e sull’irriducibile cinismo di chi detiene il potere. Con interventi di Enrico Intra, Ornella Vanoni, Renato Pozzetto, Cochi Ponzoni, Ivana Monti.