RAI5: GHIACCIO BOLLENTE

Blur. Park Live

23/09/2016 - 23:15

La superlativa performance dei “Blur” a Hyde Park, a Londra, per la cerimonia di chiusura dei giochi olimpici nel 2012: è il film “Blur – Park Live”, che Rai Cultura propone venerdì 23 settembre alle ore 23.15 su Rai 5. Il titolo è un chiaro riferimento a uno degli album più famosi della band, “Parklife”. Fra le hit, “Tender”, “Country house” e “Girls&boys”.
Camaleontici e talentuosi, i “Blur” hanno attraversato diversi panorami musicali, dagli anni ‘90 a oggi, senza perdere mai la qualità musicale e la freschezza.  Da massimi esponenti del “britpop” (in contrapposizione agli eterni rivali, gli “Oasis”) quando ancora questo genere quasi non esisteva, alle tentazioni sperimentali sempre equilibrate con un ottimo gusto melodico e all’alternative rock, la band originaria dell’Essex ha fatto scuola. Il già citato album “Parklife” del 1994 è stata la consacrazione al successo per il gruppo. Da allora i due leader e fondatori della band, Damon Albarn e Graham Coxon, ne hanno fatta di strada, fra iper-esposizione mediatica e qualche album non proprio centrato in pieno. Nel 2002 Coxon lascia, per poi tornare nel 2009. Nel frattempo, l’iperattivo Albarn si è dato da fare, lavorando ad altri progetti musicali paralleli come i “Gorillaz” e i “The Good, the Bad&The Queen” o a collaborazioni importanti, come quella con “Fatboy Slim”.  Nel 2002 ha poi pubblicato Mali Music, un album basato sulle registrazioni con musicisti locali realizzate in Mali, dove si era recato per conto della ONG Oxfam. Il suo impegno contro la politica estera di Bush aveva già portato i “Blur” con altri artisti a fare attivismo contro l’interventismo americano in Medio Oriente (tanto che nel 2003 era uscito il singolo Don’t Bomb When You’re The Bomb). Dopo la reunion dei “Blur” del 2010 è infine uscito l’album The Magic Whip, registrato fra Hong Kong e Londra.