RAI RADIO3: IL PERCUSSIONISTA SIMONE RUBINO CON L’ORCHESTRA RAI

Sul podio William Eddins

21/04/2016 - 20:30

È il giovanissimo percussionista torinese Simone Rubino, che lo scorso febbraio ha debuttato con successo come solista alla Philharmonie di Berlino con la Deutsche Symphonie-Orchester, il protagonista del concerto dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai, in onda giovedì 21 aprile alle 20.30 su rAI Radio3 in diretta all’Auditorium Rai “A. Toscanini” di Torino.
Già vincitore a soli ventitré anni di numerosi riconoscimenti, tra cui il primo premio, il premio del pubblico e il “Busch Brothers Prize” al Concorso Internazionale ARD di Monaco di Baviera e il primo premio al Concorso Internazionale “Luigi Nono”, Rubino torna a suonare con l'Orchestra Rai - dopo il debutto come solista nel 2008 - proponendo il monumentale concerto per percussioni “Frozen in Time”, scritto nel 2007 dal giovane compositore israeliano Avner Dorman. Nei tre movimenti “Indoafrica”, “Eurasia” e “The Americas”, Dorman racconta attraverso la musica l'evoluzione della Terra, dalla preistoria al mondo contemporaneo, scavando nella cultura, nella tradizione e negli stili musicali propri di ognuno dei tre continenti.
Sul podio dell'Orchestra Rai torna l'americano William Eddins, Direttore Musicale della Edmonton Symphony Orchestra e spesso protagonista con le orchestre più prestigiose del mondo, dalla New York Philharmonic alla Staatskapelle Berlin, che nel 2012 aveva coinvolto il pubblico dell'Auditorium Rai di Torino in un “Jazz Concert”.
In apertura di serata Eddins propone “Facsimile”, schizzo coreografico per orchestra di Leonard Bernstein, tratto dall'originale balletto del compositore statunitense del 1946 che metteva in scena un triangolo amoroso tra una donna e due uomini su una spiaggia.
Il concerto si chiude con una pagina di rara esecuzione, la Sinfonia n. 1 H 289, scritta nel 1942 dal compositore e violinista cèco Bohuslav Martinů su incarico di Serge Koussevitzky, allora direttore musicale della Boston Symphony Orchestra.