RAI3: IL TEMPO E LA STORIA

Il colpo di stato in Grecia

21/04/2017 - 13:15

Cinquant’anni fa, nelle prime ore del 21 aprile 1967, autoblindo e autocarri carichi di militari in assetto da guerra cominciano ad affluire verso il centro di Atene. Poco dopo, i colonnelli Gheorghios Papadopulos, Nikolaos Makarezos e Joannis Ladas, protagonisti principali del golpe, fanno irruzione nella sede dello Stato Maggiore dell’Esercito e comunicano al comandante in capo Gheorghios Spantidakis l’inizio del colpo di stato. Una pagina di storia ricostruita dal professor Mauro Canali con Michela Ponzani a  “Il Tempo e la Storia”, in onda venerdì 21 aprile alle 13.15 su Rai3 e alle 20.30 su Rai Storia. Il Re, informato a cose fatte, non potrà fare altro che prendere atto dell’operazione riuscita con successo, riservandosi di nominare il nuovo capo del governo nella persona di Costantino Kollias, autorevole e stimato esponente dell’ala monarchica della magistratura. È il “Golpe dei Colonnelli”, che nel giro di pochi mesi, dopo aver costretto all’esilio il giovane sovrano Costantino II, autore nel dicembre 1967 di un contro golpe, instaurerà una dura e feroce dittatura, che terrà sotto scacco il popolo greco per circa sette anni. Protagonista assoluto degli eventi è Giorgio Papadopulos, ufficiale dell’esercito, uomo forte del regime fino al suo drammatico epilogo. Il ritorno alla democrazia, dopo l’insorgenza studentesca del novembre del 1973 soffocata nel sangue, passa attraverso il fallito tentativo di favorire l’abbattimento del regime cipriota, del vescovo ortodosso Makarios. La dura reazione della Turchia e il serio rischio di una pericolosa escalation militare, costringono i militari a lasciare il campo e a “richiamare in servizio” il vecchio leader conservatore Costantino Karamanlis, da diversi anni in esilio a Parigi.