RAI STORIA: ITALIANI

Gianni Agnelli, una lunga giovinezza

24/01/2017 - 22:10

Torino e il “suo” avvocato. Quello con la “A” maiuscola, anche se la professione non la esercitò mai. Nell’anniversario della scomparsa, avvenuta a Torino il 24 gennaio 2003, Gianni Agnelli, è il protagonista della puntata di “Italiani”, la serie di Rai Cultura con Paolo Mieli, in onda martedì 24 gennaio alle 22.10 su Rai Storia. La vicenda di Agnelli viene raccontata da Alessandro Chiappetta anche attraverso le fasi storiche dello sviluppo di Torino e del Paese, analizzando come l’Avvocato abbia vissuto il suo ruolo di “principe ereditario”, cercando sempre una mediazione tra gli interessi del paese e quello delle sue aziende. La crescita all’ombra di Vittorio Valletta, la dolce vita negli anni ‘50 prima di diventare Presidente della Fiat nel 1966, le vertenze degli anni ‘70, la marcia dei quarantamila, la sua visione del mondo alla fine degli anni ‘80. Il documentario racconta anche i lati più estroversi e brillanti del personaggio Agnelli, le sue passioni sportive, i suoi incontri coi grandi del mondo, il rapporto con i suoi collaboratori, le vicende, alcune luttuose, della sua famiglia. Sullo sfondo, c’è la Torino che cambia, che si specchia nella vita del suo cittadino più celebre. A ricordarlo, l’ex Amministratore Delegato della Fiat, Cesare Romiti, a lungo suo stretto collaboratore, Aldo Cazzullo, giornalista del Corriere della Sera, e Dino Zoff, per anni portiere della Juventus.