RAI STORIA: LA FESTA DEL PRIMO MAGGIO

“I compagni” di Monicelli e altre storie

01/05/2016 - 21:30

Una intera giornata per raccontare l’evoluzione del lavoro, i suoi luoghi simbolo, gli scioperi e le lotte per difenderne i diritti: Rai Cultura dedica alla festa dei lavoratori la propria programmazione di domenica 1 maggio su Rai Storia. Tra i principali appuntamenti, in prima serata, il film del ciclo “Binario Cinema” “I compagni” di Mario Monicelli, ambientato negli ultimi anni dell’Ottocento a Torino. L’ennesimo grave incidente in una fabbrica tessile, spinge gli operai a chiedere migliori condizioni di lavoro. Girato nel 1963, proprio a ridosso della formazione del primo governo di centro-sinistra in Italia presieduto da Aldo Moro, il film - scritto da Monicelli, Age e Scarpelli e interpretato da Marcello Mastroianni, Renato Salvatori, Folco Lulli e Annie Girardot - si è guadagnato anche una nomination  all’Oscar per la migliore sceneggiatura.
Nel pomeriggio, invece, dalle 17.00 doppio appuntamento con “Italiani” con Paolo Mieli. Primo protagonista è Giuseppe Di Vittorio,  bracciante poverissimo e semianalfabeta nella Puglia dei primi anni del Novecento, diventato fondatore del più grande sindacato dell’Italia democratica, deputato all’Assemblea Costituente, esponente di spicco del Pci nel dopoguerra, presidente della Federazione Sindacale Mondiale. Dopo di lui, spazio al ricordo di Luciano Lama, leader storico della Cgil,  con “Luciano Lama, il sogno dell'unità”. La sua storia  viene ripercorsa nei quarantadue anni ai vertici del sindacato più grande d'Italia di cui sedici, dal 1970 al 1986 ,alla guida come Segretario Generale. Una biografia fatta di tenacia e concretezza,  e segnata dalla “battaglia”, a cavallo degli anni ‘70 e ’80, per creare un sindacato nuovo, autonomo, unitario e laico. A raccontare Lama sono la figlia Rossella, Achille Occhetto, Giorgio Benvenuto, Cesare Romiti e lo storico Marco Gervasoni.
Altri programmi, approfondimenti e documentari dedicati ai mille volti del lavoro punteggiano, infine, la programmazione di Rai Storia dalle 8.30 del mattino: da “Il Giorno e la Storia” a “Il Tempo e la Storia” (alle 8.50, 14.20 e 20.50), da “Italia: viaggio nella bellezza” con la puntata “Abitare in età industriale: i villaggi operai dell’Italia settentrionale” (alle 10.50) a “Italia in 4D – Anni 50 - Vite erranti: gli italiani a caccia di lavoro” (alle 12.00). E ancora, lo sceneggiato “La paga del sabato” diretto da Sandro Bolchi nel 1977 e tratto dall’omonimo romanzo di Beppe Fenoglio (alle 15.00) e il docufilm “Togliattigrad” (alle 19.00).