RAI3: LA QUARTA ETA'

Il segreto della longevità creativa dei novantenni

10/01/2016 - 10:00

Al via da domenica 10 gennaio, alle 10.00, su Rai3 il nuovo programma di Peter Freeman "La quarta età". Dieci puntate in cui lo psicoanalista Massimo Ammaniti incontra dieci figure, uomini e donne, che hanno superato i novant’anni e con loro crea un dialogo intenso e compartecipato sull’ esperienza di entrare nella quarta età, in cui avviene una rilettura della  loro vita passata alla luce dell’oggi. Nel dialogo fra Ammaniti e le persone intervistate si intrecciano temi diversi, tutti estremamente coinvolgenti, il desiderio che ha orientato la propria vita, il senso attuale del tempo, la presenza del passato nella vita presente, l’amore e l’amicizia, le perdite, i rimpianti, i sogni, le paure, l’idea della morte. I personaggi intervistati sono stati tutti testimoni attenti e partecipi dei cambiamenti dell’ultimo secolo, capaci ancora di entusiasmi, di interessi e di creatività lasciando intravedere i nuovi orizzonti esistenziali di una tarda età ancora ricca di vitalità. Fra gli intervistati vi sono figure che costituiscono la nostra memoria, da scrittori come Andrea Camilleri, Raffaele La Capria e Angela Bianchini, a uomini di teatro e cinema come Giorgio Albertazzi ed Enrico Medioli.  Personalità legate all’arte: la pittrice Bonaria Manca e l’archeologa Licia Borrelli Vlad. Storie che si sono intrecciate alla politica e al giornalismo in modi diversi: Alfredo Reichlin, Giovanni Sartori e Mario Pirani. Un interrogativo percorre le interviste: qual è il segreto della longevità creativa dei novantenni? Le risposte saranno gli spettatori a scoprirle.