RAI1: LINEABLU

Catania

14/05/2016 - 14:00

15 Maggio 2016: scatta il cosiddetto “Fish Dependence Day”, ovvero il giorno a partire dal quale l’Italia diventa tecnicamente dipendente dalle importazioni per coprire il proprio fabbisogno di pesce. Il settore ittico italiano è dunque sempre più dipendente dalle importazioni: nel 1990 il pescato nostrano copriva il 50% dei consumi di pesce, mentre oggi siamo appena al 30%. Malgrado l’Italia continui ad essere un mercato importante, che garantisce il 13% del totale europeo dei consumi di pesce, la dipendenza dall’estero cresce e i problemi ecologici dei nostri mari, per troppo tempo sfruttati, e le conseguenti misure politiche e burocratiche si fanno inevitabilmente sentire sul comparto ittico italiano.
Questo l’importante focus, oggetto di Lineablu, con Donatella Bianchi, in onda sabato 14 maggio alle 14.00 su Rai1.
Il Set: una piazza d’eccellenza, la “Pescheria”, il vecchio mercato catanese del pesce, che ancora oggi conserva e custodisce il folclore di allora, dove i pescatori invitano la gente ad acquistare i prodotti del mare. Dall’eremo “Adonai”, immerso in un’atmosfera senza tempo, con lo sfondo dell’Etna, alle placide acque del piccolo fiordo scavato dal fiume, cuore del porto peschereccio: a bordo di imbarcazioni a remi, alla scoperta delle bellezze di Brucoli, caratteristico  borgo marinaro. Personaggi che hanno fatto la storia: in un pomeriggio assolato, nella spettacolare cornice del vulcano Etna, sui Crateri Silvestri a quota 1.900 metri sul livello del mare, in compagnia di Laura Mancuso, il ricordo di Angelo D’Arrigo, l’uomo che volava con le aquile, un amante della natura e appassionato ecologista. Curiosità, storie di personaggi e non solo, con Fabio Gallo, inviato di Lineablu.