RAI5: MUTI E SACHS RACCONTANO TOSCANINI

Un ritratto del grande direttore a 150 anni dalla nascita

07/12/2017 - 21:15

“Beethoven, Verdi, Wagner sono geni, io sono solo un interprete e il mio compito è quello di cercare di rendere al meglio ciò che loro hanno scritto”. Parole di Arturo Toscanini. Parole che un altro grande interprete, Riccardo Muti, racconta nell’incontro al Teatro Regio di Parma con il musicologo e biografo di Toscanini, Harvey Sachs, per i 150 anni dalla nascita di Toscanini. Un incontro che Rai Cultura propone giovedì 7 dicembre alle 21.15 su Rai5.
Tra filmati d’epoca inediti e aneddoti mai svelati prima, Muti e Sachs disegnano un ritratto di Toscanini: dalla capacità autocritica allo stile nel gesto della direzione, dal profondo rispetto per i compositori alla forza comunicativa.
“Quando si pensa alla figura del direttore d’orchestra – dice Riccardo Muti - in tutto il mondo si pensa subito al suo nome. Questo è motivo d’orgoglio per noi italiani, perché fu uno dei più grandi interpreti non solo del repertorio italiano, ma anche di quello tedesco”.