RAI2: NEMO

L'amore ai tempi dei social e i puticlubs spagnoli

16/03/2017 - 21:20

La sicurezza domestica e online, l’amore ai tempi dei social e nuove storie di prostituzione. Sono i temi al centro della nuova puntata di Nemo-Nessuno escluso, che torna con Enrico Lucci e Valentina Petrini per raccontare la realtà senza filtri, domani, giovedì 16 marzo alle 21,20 su Rai2. A commentare il viaggio di Nemo, seduti in studio tra il pubblico, il disegnatore Vauro Senesi e la giornalista Camila Raznovich.
A pochi giorni dalla guerriglia urbana nel quartiere di Fuorigrotta, a Napoli, l’incontro sul palco di Enrico Lucci con il leader della Lega Nord, Matteo Salvini.
Poi il servizio di Nello Trocchia che indaga sulle recensioni truccate di TripAdvisor: ci dobbiamo fidare davvero di ciò che leggiamo online? Lo chiediamo all’ex responsabile della sicurezza Telecom, Giuliano Tavaroli, che dal palco di Nemo parla di sicurezza on-line.
Un tempo erano le agenzie matrimoniali, oggi è il web dove nascono sempre più relazioni d’amore, non solo tra i più giovani ma anche tra chi - separato o divorziato - è alla ricerca di una nuova avventura. Le riflessioni dell’attrice Paola Minaccioni, ospite in studio. Le telecamere di Nemo volano in Spagna, una delle principali destinazioni del turismo sessuale europeo, per documentare la vita di alcune prostitute nelle case chiuse. E per capire come la riapertura dei “puticlubs” abbia influito sulle abitudini del Paese.
Focus sulla contestata direttiva Bolkestein che ha scatenato la protesta di migliaia di commercianti che lavorano sul suolo pubblico, dai pescivendoli ai balneari. Sale sul palco di Nemo l’ex ministro dell’Economia Giulio Tremonti per commentare la frattura tra mercato rionale e mercato globale, che mette in discussione il ruolo dell’Unione europea.
Infine, sul filo dell’attualità, Nemo si chiede:  è giusto farsi giustizia da soli? Nel servizio la zona multietnica milanese di via Padova.
Torna come di consueto l’appuntamento “Parola al sindaco”: in questa nuova puntata sarà Damiano Coletta, sindaco di Latina, a pronunciare dal palco il suo stand-up.