RAI1: OVERLAND

Myanmar - L'estremo sud est asiatico tra mare e terra

31/08/2016 - 23:45

"Myanmar - L’estremo sud est asiatico tra mare e terra": si chiude con questa puntata - in onda mercoledì 31 agosto alle 23.45 su Rai1 - il ciclo di "Overland". Il viaggio in treno è la soluzione migliore per entrare in contatto con la popolazione locale. Ma, dopo un primo imprevisto, la situazione dei viagggiatori si complica: alla fermata prevista si scopre che poco prima proprio lì è avvenuta una sparatoria. Profughi in fuga da altri villaggi. La tensione sale, militari ovunque, in assetto di guerra. Il morale si risolleva in un centro assistenza per elefanti sfruttati dai lavori forzati, e in un monastero dove lo staff di Overland è ospitato per la notte. I saggi insegnamenti del monaco indottrinano i noviziati, impegnati nella questua giornaliera.
Il lago Inle, culla di pregevoli attività artigianali e agricole. Il tipico stile di manovra delle barche, remando con i piedi, non sarà l'unico elemento caratteristico della zona. La sorpresa più forte la si osserva dall’alto: orti e giardini galleggianti sull’acqua, un lavoro antico che si rinnova ogni giorno e concede la possibilità per tutti gli abitanti di coltivare frutta e ortaggi.
Nel cuore delle terre abitate dalle popolazioni Karen, inoltre, si incontrano le donne-giraffa alla ricerca di una vita serena e indipendente. Il soldato dell'Esercito di Liberazione Nazionale Karen a guardia di un posto di blocco racconta parole di speranza verso il futuro di un unico Paese unito.
L’ambasciatore a Yangon, parlando della leader democratica e Premio Nobel per la Pace Aung San Suu Kyi, chiude il racconto del viaggio in Myanmar, ultimo Paese del Sud-Est asiatico che si visita in questa stagione di Overland.