PANCHINA ROSSA CONTRO VIOLENZA SU DONNE

Un simbolo disegnato da Ugo Nespolo

29/11/2016 - 13:43

“La causa contro la violenza sulle donne è importante e  questa panchina è un piccolo simbolo che ho fatto volentieri. Perché l’arte non può essere lontana dalle cose, ma deve avere un contatto con la vita reale”. Così Ugo Nespolo racconta la panchina rossa da lui “reinventata” e inaugurata oggi a Torino negli spazi del Centro di Produzione Tv di via Verdi. Un simbolo voluto dalla Rai e dalla Commissione Pari Opportunità, in occasione della Giornata contro la violenza sulle donne, che sarà ospitato nello spazio della pausa caffè al terzo piano. “L’obiettivo di questa installazione che segue quella presente dallo scorso anno in via Cavalli - dice Mussi Bollini, presidente della Commissione Pari Opportunità Rai – è quella di essere un’occasione di riflessione sulla necessità dell’impegno contro la violenza sulle donne. Quella fisica, ma anche quella psicologica che spesso la precede, in un percorso di grande sofferenza”.
Oltre a Ugo Nespolo e a Mussi Bollini hanno partecipato all’inaugurazione l’assessore alle Politiche Giovanili e alle Politiche delle Pari Opportunità del Comune di Torino, Marco Giusta; il direttore delle Risorse Umane Rai, Paolo Galletti; il direttore della Produzione Tv, Roberto Cecatto; e il direttore del Centro di Produzione Tv Rai di Torino, Roberto Nepote.
Alla realizzazione della panchina, insieme a Ugo Nespolo, hanno contribuito i decoratori e i falegnami del Centro di Produzione torinese della Rai.
“Guardare la panchina è una piccola cosa – conclude l’assessore Giusta - ma su un tema come quello della violenza sulle donne si comincia dalle piccole cose. Ad esempio con l’adozione di un linguaggio di genere come ha fatto il Comune di Torino. La violenza sulle donne è un problema di questo Paese al quale noi dobbiamo dare risposte sistemiche, culturali e strutturali. E, in campo culturale, la Rai ha gli strumenti per contribuire a cambiare la narrazione sulla violenza nei confronti delle donne”.