RAI RADIO3: RADIO3MONDO

Turchia, chi bussa alle porte dell'Europa?

03/01/2017 - 11:00

Un fiume in piena che è entrato in un Paese già scosso da una serie di turbolenze interne. E' così che sono rappresentati i 2,7 milioni di siriani arrivati in Turchia dal 2011 ad oggi. Profughi che scappano dalle loro case per fuggire ai bombardamenti, bussando in primis alle porte dei Paesi confinanti. E se la Turchia queste porte le ha aperte, lo stesso non si può dire dell'Europa che ha preferito difendere i proprio confini alzando nuovi muri e barriere di filo spinato. Per sigillare le sue frontiere esterne, lo scorso marzo l'Unione europea ha anche siglato un accordo con Ankara che ha promesso di tenere all'interno dei propri confini i profughi in cambio di 6 milioni di euro e della promessa, mai mantenuta, di una politica di liberalizzazione dei visti per entrare nell'Unione. Ed è così che la Turchia è diventato il Paese che ospita, e al contempo trattiene, il maggior numero di profughi siriani. Una comunità che Azzurra Meringolo è andata a conoscere con Bianca Benvenuti, immergendosi nella Little Damascus di Istanbul dove si respira il profumo del cardamomo del caffè siriano e si sente parlare l'arabo. Ma la Turchia può essere considerata un paese terzo sicuro per i profughi siriani? “Radio3Mondo” di martedì 3 gennaio, alle 11.00, su Rai Radio3 proporrà un audio reportage di Azzurra Meringolo. Inoltre, i commenti degli ascoltatori verranno letti in tempo reale durante la trasmissione da Anna Mazzone.