RAI RADIO3: RADIO3MONDO

Pakistan: una mano che viene dall’Italia

27/07/2016 - 11:00

Multan, città del Pakistan diventata famosa in Occidente perché in una madrassa si è formata l’attentatrice di San Bernardino e perché nel 2012 vi fu rapito dai qaedisti il cooperante Giovanni Lo Porto, è il luogo, assieme al sud del Punjab,  in cui si concentra la maggior parte degli attacchi con l’acido che avvengono in Pakistan. Gli abitanti continuano ad essere orgogliosi della loro città per il gran numero di santuari sufi, per le calzature khussa, la poesia bilu e l’antica città murata che il Politecnico di Milano sta restaurando.
Il dottor Naheed Ahmed, chirurgo plastico 48enne  che dirige il centro ustioni, è da tempo impegnato sul campo per cambiare le cose. Nel 2001 fondò un centro per le ustioni in uno scantinato senza strumenti né fondi. Nel 2005  il governo del Punjab cominciò a finanziarlo, ma i soldi finirono presto. Nel 2009  è nato il Progetto della Cooperazione italo-pachistana, che lo ha co-finanziato al 51%, con quattro milioni di euro: è una delle  45 iniziative nate con l’Accordo intergovernativo per la conversione del debito nei riguardi dell’Italia. Un programma di 70 milioni di euro. La Ong italiana Smile Again pensa al training dei medici. Nella puntata di “Radio3Mondo”  di mercoledì 27 luglio, alle 11.00, su Radio3, Azzurra Meringolo ne parla con Giuseppe Losasso, medico chirurgo dell’Ong Smile Again.