RAI5: SAVE THE DATE

Tra mostre, musica e teatro

21/04/2017 - 19:45

Il ritorno del ragazzaccio della Young British Art, Damien Hirst, con la grande mostra “Treasures from the Wreck of the Unbelievable” a Venezia.  Parte da qui magazine di Rai Cultura “Save The Date” celebra nel nuovo appuntamento in onda venerdì 21 aprile alle 19.45 su Rai5. Il progetto di Damien Hirst è frutto di un lavoro durato dieci anni e rappresenta il culmine dello stretto rapporto tra l’artista e la Collezione Pinault. Dall’Opera di Roma, invece, “Andrea Chénier”, dramma ambientato all’epoca della Rivoluzione Francese musica di Umberto Giordano su libretto di Luigi Illica. Uno dei protagonisti, Carlo Gérard, è ispirato al rivoluzionario Jean-Lambert Tallien. Il successo ha sempre accompagnato quest’opera sin dalla sua prima rappresentazione, il 28 marzo 1896 al Teatro alla Scala di Milano. Un grandissimo cast per questa versione romana: ad iniziare dalla direzione di Roberto Abbado per proseguire con la regia di Marco Bellocchio senza dimenticare le voci di Maria José Siri, di Gregory Kunde e Roberto Frontali. Francesco Pititto e Maria Federica Maestri sono i cardini su cui si basa il grande lavoro di Fondazione Lenz. Il nuovo debutto, che li vede impegnati, è lo spettacolo “Aktion T4” incentrato sul programma nazista di eutanasia sui bambini portatori di handicap e malformazioni genetiche. Un lavoro importante sui temi della Resistenza e dell’Olocausto. Incursione nella prosa di Elena Bucci e Marco Sgrosso che, oltre alla loro interpretazione offrono una inusuale rilettura de “Le Relazioni pericolose”, tratto dal romanzo omonimo di Choderlos del Laclos. In occasione del trentennale dell'incisione di “Caruso”, scritto e musicato dal grande Lucio Dalla e dedicato a uno dei più grandi tenori di fama mondiale, Enrico Caruso, il regista e coreografo italo-africano Mvula Sungani in collaborazione con il Comune di Sorrento, ha ideato e creato per l'Étoile Emanuela Bianchini una nuova opera coreografica dal titolo Caruso. Un omaggio a Sorrento che l'Étoile Emanuela Bianchini ed i solisti della Mvula Sungani Physical Dance renderanno tridimensionali su arie di opere interpretate da Caruso e su canzoni da Lucio Dalla, intervallate da musiche popolari e originali. Infine, l’incontro con lo scrittore della settimana è con il giallista Maurizio De Giovanni e il suo libro Pane per i bastardi di Pizzofalcone da cui recentemente è stata tratta una fiction di grande successo.