RAI STORIA: LI CHIAMAVANO GLI ATLANTICI

Gli eroi transatlantici

06/10/2018 - 21:10

La Crociera Aerea Orbetello – Rio de Janeiro del 1930/1931 e l’ancora più ambiziosa Crociera del Decennale  Orbetello – Chicago – New York – Ostia del 1933, ribattezzata dal Times “la più grande impresa della storia dell’Aeronautica”. Due eventi mediatici mondiali che hanno chiuso l’epoca dei “pionieri del volo” aprendo la via alla trasformazione della Regia Aeronautica in una moderna forza aerea e tracciando contemporaneamente la strada per le prime linee aree transcontinentali. Quella raccontata dal documentario di Claudia Giammatteo “Li chiamavano gli Atlantici”, in onda sabato 6 ottobre alle 21.10 su Rai Storia, è la storia di un sogno ritenuto impossibile e diventato realtà. Il documentario ripercorre  le vicende degli oltre 100 aviatori e specialisti italiani,  che a bordo di idrovolanti di legno e sotto la guida del generale Italo Balbo, nominato prima Sottosegretario dell’Aeronautica nel 1926 e poi Ministro della Regia Aeronautica nel 1929, hanno compiuto le prime imprese aeronautiche collettive di tutti i tempi: la crociera aerea  Orbetello – Rio de Janeiro a bordo di 14 idrovolanti S.55 TA (dal 17 dicembre 1930 al 15 gennaio 1931) e la crociera aerea Orbetello – Chicago – New York - Roma  a bordo di 24 idrovolanti S.55 X (dall’1 luglio al 12 agosto 1933). Un trionfo italiano che, al di là delle immagini trasmesse dalla propaganda, fu un successo mondiale, merito di un gruppo eccezionale di giovani piloti, telegrafisti, motoristi, che insieme al comandante Balbo condivisero gli enormi ostacoli tecnici e la fatica dei lunghi voli pieni di insidie mortali. Uomini che hanno continuato a sentirsi “Atlantici” anche quando tali imprese rimasero solo un ricordo e che continuarono a provare un sentimento di  appartenenza così forte e duraturo da esprimere, 40 anni dopo, tutti lo stesso desiderio: essere sepolti insieme a Orbetello, dove tutto è cominciato nel 1928 con la Crociera del Mediterraneo occidentale. Un racconto rivissuto interamente grazie alle immagini, le foto, i telegrammi, i documenti originali provenienti dall’Archivio Storico dell’Aeronautica Militare, gli approfondimenti degli esperti, lo  storico Mauro Canali, lo storico dell’aeronautica Gregory Alegi  e lo  storico militare Gen. Basilio Di Martino. E, infine, la speciale testimonianza dei tre figli di “Atlantici”: Antonietta Marini Mansi, Renato Valle e Giuseppe Arcangeli.